­
  • NSL

    NSL

  • La NSL nel 2016

    La NSL nel 2016

  • NSL nel 1987

    NSL nel 1987

  • Quando la piscina si chiamava ancora lago...

    Quando la piscina si chiamava ancora lago...

  • NSL negli anni 80

    NSL negli anni 80

  • NSL negli anni 80

    NSL negli anni 80

  • NSL durante la costruzione della piscina coperta

    NSL durante la costruzione della piscina coperta

  • NSL nel 1944

    NSL nel 1944

  • Nuoto Sport Locarno nel 2011

    Nuoto Sport Locarno nel 2011

  • Il gruppo NSL negli anni 1964-65

    Il gruppo NSL negli anni 1964-65

  • A Lugano nel 1949

    A Lugano nel 1949

La storia della Nuoto Sport Locarno

In una serata d'estate, esattamente il giorno 8 luglio 1942, dopo un periodo d'animate discussioni tutte basate sul fatto che Locarno da qualche anno non possedeva una società natatoria, un gruppetto d'entusiasti di questa disciplina decise di fondare il nuovo sodalizio locarnese dandole il nome di Nuoto Sport Locarno. Preparati gli statuti e regolamenti, preso contatto con altri enti e segnatamente con la Federazione Svizzera di Nuoto, fu decisa la fondazione definitiva e si varò il nuovo comitato che cosi era formato: Aldo Zaccheo, presidente; Adolfo Senn, segretario; Renato Barberis, vice-segretario; Edesio Morgantini, cassiere e Franco Bonetti, membro.

I primi passi furono assai duri ma non mancò mai il grande entusiasmo specialmente grazie all'appoggio iniziale di alcuni fra i grandi nomi della famiglia natatoria locarnese, e qui citiamo innanzi tutto, il socio fondatore Carlo Beretta e il fratello Riccardo. Una volta formato il gruppetto di nuotatori attivi s'iniziò il periodo di competizioni vero e proprio che diede subito un buon successo.

S'iniziò l'attività al vecchio Lido, Le gare si svolgevano la domenica mattina sul lungolago di Locarno alla vecchia darsena. Il campo di gara era delimitato da due zattere ancorate a cinquanta metri una dall'altra. Tutte le volte che c'era una manifestazione i soci dovevano ricostruire il campo di gara. Subito però diversi locarnesi si misero in mostra in campo nazionale, come i fratelli Tajana, pluri-medagliati ai campionati svizzeri. Verso gli anni Cinquanta veniva costruito l'attuale trampolino con la passerella d'accesso, il campo di gara veniva delimitato da un muretto posto a cinquanta metri. Da allora i risultati della Nuoto Sport subirono un notevole miglioramento, grazie anche ai "ticinesi" di famiglia tedesca: Truttmann, Munz, Kunz ed Evert. Questi nuotatori d'italiano ne masticavano poco, ma erano tutti nati all'ombra della Madonna del Sasso. Trait d'union di questi tempi era il "Dedo" Lupi, ticinese purosangue.

Non si possono dimenticare gli allori e le selezioni con la nazionale, oltre che per i citati, anche per le tuffatrici Martini, Pautasso e Zbinden che per anni hanno difeso i colori locarnesi dominando la scena elvetica. Con la costruzione, sempre tardiva, delle piscine, emergere anche solo in campo cantonale diventò un'impresa ardua. Gli anni sprecati ad allenarsi nel lago hanno fatto accumulare alla Nuoto Sport un notevole ritardo di sviluppo rispetto alle altre società cantonali e nazionali. A partire dal 1970 anche Locarno si dotò di piscine. Grazie a ciò la Nuoto Sport riuscì a riemergere lentamente in campo cantonale e nazionale e non dovette più fare solo la parte della comparsa. Fra le manifestazioni organizzate dalla Nuoto Sport si ricordano i campionati svizzeri di gran fondo, gli assoluti nazionali del 1971, gli svizzeri di tuffi a due riprese e gli Swiss Open Syncro Championships, manifestazione che portò sulle rive del Verbano 12 squadre nazionali e dieci medagliate ai campionati mondiali di Madrid.

Nell'anno 2000 la Nuoto sport Locarno ha raggiunto gli obiettivi per i quali l'attuale comitato ha lavorato da cinque anni a questa parte, ossia: 1) formazione di una squadra giovanile vincente; obiettivo raggiunto con il secondo posto assoluto ai Campionati Svizzeri Giovanili di Nuoto, con nove medaglie d'oro su 17 conquistate, 2) organizzazione di un meeting di caratura internazionale; obiettivo raggiunto con l'organizzazione dello Swiss Synchro Open, definito dalla stampa ufficiale come "mini - olimpiadi", 3) organizzazione del Campionato Svizzero Assoluto di Nuoto, difatti alla NSL è stato attribuito il Campionato Svizzero Assoluto del 2001.La Nuoto Sport Locarno vuole profilarsi come club di qualità; ambizione che obbliga i quadri e la direzione sportiva ad un costante aggiornamento. In questa prospettiva tre dei suoi membri del comitato hanno ottenuto il diploma AOS di manager sportivo, mentre l'allenatore professionista ha conseguito i diplomi di massimo livello d'allenatore sia in Italia sia in Svizzera. La NSL, nella sua lunga storia, ha superato molte avversità, la più recente si sta profilando mentre scriviamo queste note: pare che il Lago Maggiore abbia raggiunto quota 197.62, in altre parole la piscina estiva, ultima superstite dell'alluvione del 1993, giace mesta sott'acqua, coperta da un lugubre tessuto bianco, tutto ciò che rimane del sontuoso pallone che la ricopriva d'inverno.

Nel 2001 vengono organizzati i Campionati Svizzeri Assoluti nella piscina del Centro Sportivo di Tenero, organizzati in modo superbo da tutti i soci NSL, con naturalmente l'appoggio di tutte le società del Ticino, 4 giorni di grande impegno e con la partecipazione anche della TSI che ha trasmesso le finali.

Nel 2002 il comune di Locarno annuncia la costruzione del nuovo Centro Balneare Regionale, da qui la NSL incomincia la sua lotta per ottere quello che ogni società sportiva dovrebbe ricevere dal proprio comune, il riconoscimento del lavoro per la gioventù della regione e la possibilità di rimanere a Locarno per le attività.
Purtroppo ottenere questi 2 punti, non è cosa facile, anche dopo 8 anni, si fa fatica ad avere dei parters locali attenti e attivi alle difficoltà delle società natatorie. Le difficoltà sorgono dal momento che iniziano i lavori di costruzione, in quanto le società sono costrette a spostarsi al CST, spostamento che comporta una grossa perdita di soci e frequentatori dei corsi che non apprezzano il fatto che bisogna spostarsi con la macchina. La società, in oltre, ha un'incremento delle spese per l'affitto degli spazi acqua che prima non aveva.
Spese che con difficoltà riesce a coprire, anche perché i comuni della regione sono impegnati finanziariamente nella costruzione del nuovo centro e non riescono ad aiutare la nostra società.

Nel 2003 nasce il progetto di collaborazione con l'Atlantide, società del luganese, e nasce la TAL (Team Atlantide Locarno) progetto sportivo nel quale convergono i ragazzi delle 2 società. IL progetto prende subito piede e i risultati non tardano ad arrivare.
La TAL ottiene risultati eclatanti sia a livello cantonale che nazionale e per i suoi 5 anni di vita ottiene moltissime soddisfazioni, dimostrando di essere la miglior squadra Ticinese e tra le prime 3 a livello nazionale. Purtroppo per vicessitudini della Atlantide il progetto termina nel 2008.

La NSL nel 2004 grazie al suo lavoro sempre più professionale, sia da parte degli allenatori che del comitato ottiene dalla FSN il label di "Centro per la Promozione delle nuove speranze" ed entra a far parte di un progetto della FSN e di Swiss Olympic.

Dal 2006, con l'inizio dei lavori di costruzione del nuovo centro, la NSL trasferisce definitivamente le attività di allenamento al CST., anche se i corsi rimangono ad Ascona, Brissago e Minusio.

 

 

­