­
  • 7b974b11248d9deba507a6f1a604ebe2

    7b974b11248d9deba507a6f1a604ebe2

  • verbano 2017

    verbano 2017

  • verbano 2017 4

    verbano 2017 4

  • verbano 2017 3

    verbano 2017 3

  • verbano 2017 2

    verbano 2017 2

  • Criterium 2017

    Criterium 2017

  • n8

    n8

  • n7

    n7

  • n5

    n5

  • n4

    n4

  • n3

    n3

  • n2

    n2

  • n0.5

    n0.5

Risultati Campionato Svizzero Giovanile 2013 a Chiasso

RISULTATI COMPLETI

RISULTATI NSL

FOTO

COMMENTO LUCA :

N.S.L. = noi siamo leggenda: tutto nasce e si sviluppa dal “grido di battaglia” ideato dai ragazzi ed urlato a squarciagola prima e durante ogni giornata della manifestazione. Questo, agli occhi di alcuni, potrebbe sembrare un piccolo particolare all'interno del quotidiano svolgersi del criterium, invece dimostra la grande forza che ha caratterizzato la squadra durante l'intera stagione: IL GRUPPO. I nostri atleti hanno imparato che si hanno maggiori risvolti positivi col pensare ed agire al plurale che non al singolare; hanno capito quanto sia più imortante il pronome NOI rispetto all'IO. La forza del singolo si è trasformata in forza del gruppo, l'unione del gruppo si è trasformata in determinazione del singolo. Sostenere con un tifo sfrenato, sotto il solleone, il proprio compagno (anzi preferisco pensare amico) ha fatto in modo che le 9 medaglie vinte siano diventate un traguardo raggiunto insieme da atleti, allenatori e società tutta. La NSL, quest'anno, chiude la stagione al 5° posto del medagliere: che dire se non BRAVI e GRAZIE !!!

Naturalmente è doveroso dedicare alcune righe a coloro i quali, avendo conquistato le finali ed il podio, hanno permesso il realizzarsi di questo risultato; prima però eccovi la composizione dell'intero gruppo (in ordine volutamente casuale):

-Anthea: sembra una dolce ed inoffensiva bambina finchè non individua i propri avversari: a quel punto la grinta prende il sopravvento e l'innocuo sorriso si trasforma in temerario ghigno....

-Silvio: ha trascorso i primi due giorni di gare a caricarsi di energie: giunto il proprio momento è esploso, creando, durante la nuotata, mulinelli d'acqua simili a piccole rapide. E' famoso perchè dopo il campo di Riccione ha ingoiato un fischietto acquistato in loco e, da allora, ogni tanto emette strani richiami durante la respirazione....

-Shadi: ha un sorriso che risplende in ogni momento, tranne al mattino, quando con piede trascinato ed occhio cisposo affronta la colazione come fosse un'impresa sovraumana. Al termine della manifestazione ha consegnato una lettera di reclamo ufficiale, per richiedere che tutte le gare terminino dopo i primi 50 mt......

-Igor: ogni tanto assomiglia ad un conte: si presenta a bordo vasca in accappatoio e con aria snob osserva la piscina, troppo sovraffollata per i propri canoni.Tutto però si aggiusta quando entra in acqua e sfodera le bracciate a delfino.....

-Yannick: ha i pensieri che sono sempre più veloci rispetto alle azioni: a volte può risultare un bene.....a volte no!! Quest'anno è riuscito ad imporsi un atteggiamento da atleta navigato: ha evitato corse e rincorse tra le gare e si è concentrato sul come affrontare i propri impegni natatori piuttosto che recriminare sul pollo al cestello sfumato lo scorso anno....

-Virginia: mi ricorda “pippicalzelunghe”: vive in un mondo tutto su ma riesce, a volte, a stupirci con effetti che sconvolgono le aspettative …........

-Martina: con voce squillante (a volte assordante) ed occhi sbarrati ha dato il suo piccolo contributo al successo della squadra. Una meteora che ha lasciato la scia....

-Leon: l'imperturbabile: non lascia trasparire emozioni sia in caso di gara con esito positivo, che negativo. Ogni tanto lamenta qualche acciacco che, miracolosamente, svanisce dopo lo start.

-Federica: ha esaurito la voce incitando i propri compagni: anche se un lungo viaggio l'attende, l'aspettiamo a braccia aperte per un grande rientro.....

-Vittoria: a volte, con lei, gli allenatori provano questo piccolo test: la chiamano in modo serioso, la fissano negli occhi con aria severa ed ecco che le sue pulsazioni schizzano a ritmi vertiginosi.....basta poi un piccolo sorriso e subito ritornano alla normalità. Ogni tanto il suo linguaggio non sembra proprio quello di una giovane studentessa di un collegio londinese.....

-Gaia ed Anais: le co-capitane; sono state il timone della nave, hanno elargito consigli, hanno consolato ed incitato; per i piccoli sono un riferimento.....per i grandi una certezza.

-Francesca: ha una risata contagiosa ed irrefrenabile che, verso sera, prorompe senza preavviso. Le sue gare sono sempre una sorpresa......nel senso non ne immaginiamo mai l'esito.

-Nadia: durante le gare ha imparato ad abbandonare la dolce e soffice nuvoletta su cui normalmente si muove: la grinta ha finalmente preso il sopravvento sul flap-flap delle ciglia....

-Sharon: ha la capacità di riprodurre 800 parole al minuto e con essa riesce a stordire i propri avversari che rimangono inebetiti sul blocco di partenza chiedendosi l'un l'altro: “ma cosa ha detto....???”

-Ilaria: è consapevole della propria aria da “dolce ingenua” e la sfrutta a proprio vantaggio, soprattutto se la gara non và come dovrebbe....

-Vivian: ha una risata che sembra un lungo e continuo squittio; poche cose le tolgono il buonumore: il cibo (ha gusti alquanto ricercati) e gli attimi pre-gara (la tensione le gioca butti scherzetti).....

-Selina: è ormai famosa per il ballo che ha inventato nei minuti che precedono la gara: la parte superiore del corpo immobile, lo sguardo perso e fisso nel vuoto, un tremolio alternato degli arti inferiori: in un primo momento lento e flebile, poi via via sempre più deciso e ritmato.....ormai è la hit del momento.

-Noè: ha un vasto repertorio di smorfie facciali, ne possiede una per ogni occasione, accompagnata da movimenti flessuosi degli arti e vocina stridula di sottofondo. Un misto tra “The Musk” e “Tiramolla”. Durante il criterium, sebbene la piccola età, ha compiuto una grande e bella impresa !!!

 

Ed ora la meritata menzion d'onore dei finalisti:

Virginia (7° nei 400sl), Anais (1° nei 200 do e 200 mi, 6° nei 400mi ), Yannick ( 8° nella 200sl, 6° nella 400sl e nella 200ra e 7° nella 200mi), Gaia (4° nei 100sl, 5° nei 200sl e 200 df, 6° nei 100df), Selina (8° nei 400sl), Shadi (7° nei 100sl), Ilaria (6° nella 200ra), Noè (1° nei 100 do, 200df, 200mi, 400sl, 100sl, 100ra, 100df), Igor (6° nei 100df, 4° nei 200df).

 

Ci rivediamo a settembre........buona estate, Luca.

­